Morti sul Lavoro "NON È COLPA DEL DESTINO"

  Le morti sul lavoro, nella maggioranza dei casi, sono morti evitabili, sarebbe sufficiente applicare le norme esistenti.
“Non è colpa del destino” è lo slogan di una petizione, alla quale hanno iniziato ad aderire lavoratori, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, personale delle aziende sanitarie e dell'ispettorato del lavoro, e persone comuni, che chiede al Presidente della Repubblica di sostenere l’idea di una Procura nazionale del lavoro.
Per “fare Prevenzione” abbiamo bisogno di sistemi di prevenzione aziendali, che, a partire dai datori di lavoro, sappiano applicare concretamente le Leggi esistenti. E per “fare Giustizia” abbiamo bisogno di uno Stato capace di fare buone indagini e buoni processi, in tempi ragionevoli.
Sosteniamo la petizione e, con essa, il Disegno di Legge 2052 presentato al Senato della Repubblica.

Editoriale

QUALE SOSTENIBILITÀ?

Impresa “sostenibile”, trasporto “sostenibile”, agricoltura “sostenibile”, città green e “sostenibile” e così via dicendo. La “sostenibilità” sembra ormai essere diventata una parola molto in voga in questo periodo.

LA STRANA VITA DELLA COMMERCIALE TRENORD

“Noi pisani si fa schifo a tutti”, così lamentava il protagonista di una vignetta uscita un po’ di anni fa su “Il Vernacoliere”, rivista satirica edita – manco a dirlo – a Livorno.