REFERENDUM ATAC, EDITORIALE SU L’OSSERVATORE D’ITALIA

Il nostro redattore spiega le ragioni del NO al Referendum consultivo sulle liberalizzazioni del TPL romano

“Lo spezzatino promosso dai Radicali ci riporta indietro di oltre cento anni, al caos tariffario e gestionale antecedente alla riforma del sindaco Nathan, dove le imprese private, che gestivano i servizi tramviari, avevano assunto una posizione monopolistica, date risorse in loro possesso, riuscendo a dettare legge sulle politiche del trasporto e piegando, altresì, ai propri voleri il Comune”. Così esordisce il nostro redattore David Nicodemi nell’editoriale su L’Osservatore d’Italia, a margine della puntata de Officina Stampa di giovedì scorso, dedicata al Referendum consultivo sulla liberalizzazione del trasporto pubblico romano. “Occorre chiarire che il 95% degli italiani si sono espressi contro la liberalizzazione della gestione dei servizi pubblici essenziali (acqua, trasporti etc.), abrogando, con il Referendum dell’11 giugno 2011, l’articolo 23bis del Decreto Legge 112/2008 convertito con la Legge 113 del 6 agosto 2008. Ma di cosa parliamo allora?”

Doveva essere ospite in studio, insieme alla consigliera Rachele Mussolini e  all’esponente dei Radicali Roma Claudio Catalano, ma “problemi di natura logistica”, spiega, “mi hanno impedito di partecipare alla puntata”. E ancora, “avrei voluto spiegare come stanno realmente le cose, dato che, a mio avviso, la campagna referendaria portata avanti dai promotori si basa quasi esclusivamente sull’emotività dell’utenza”.

Il nostro redattore non fa sconti a nessuno. “Siamo alla schizofrenia, il Pd prima vota contro le liberalizzazioni nel 2011, si è adoperato a risanare Cotral, la compagnia regionale a maggioranza pubblica, poi, in occasione del Referendum consultivo contro Atac si schiera in favore del sì”. “Votate con coscienza, Atac è patrimonio dei romani, le liberalizzazioni/privatizzazioni non sono la panacea dei trasporti pubblici. Guardate cos’è successo a Genova e con la RomaTpl”.

Qui per leggere l’intervista per intero
https://www.osservatoreitalia.eu/referendum-atac-mussolini-e-catalano-a-officina-stampa-nicodemi-ecco-cosa-avrei-voluto-dire-a-riguardo/

 

Categoria: Dal Web

Tags: